menu ]

Speciali ]

Area Riservata ]

Articoli correlati ]

Social networks ]

AreaBirra.it Youtube Channelaccedi al canale
suggerisci un video

Areabirra.it Facebook Group iscriviti al gruppo

visualizza il profilo

bookmark

Supporters ]

la tua pubblicità qui! clicca per informazioni

]

 

In Italia arriva Holsten Weizen - 13/10/2007

All'indomani dell'Editto della Purezza la produzione di birre di frumento era prerogativa del solo sovrano. Nasce così una prestigiosa tradizione, che vive ancora oggi nella Weizen di casa Holsten. Il cavaliere di Holsten sfodererà presto una spada in più. E´ la nuova Holsten Weizen, che a partire da novembre debutterà sul mercato italiano. La nuova birra sarà commercializzata da Carlsberg Italia, andando così ad affiancarsi alla classica Holsten Premium, e sarà disponibile per il solo canale HoReCa in fusti da 25 litri. Holsten è la seconda birra tedesca più esportata al mondo e dal 1879, anno della sua fondazione, ha scelto come marchio il cavaliere, che campeggia sotto forma di scultura anche sul tetto della storica birreria. Figura storica dall'iconografia tedesca, come testimonia il sigillo risalente al quattordicesimo secolo raffigurante il conte Schauenburg, il cavaliere rappresenta la volontà di vigilare sempre sul rigoroso rispetto dell'Editto della Purezza, promosso nel lontano 1516 da Guglielmo IV, duca di Baviera, con lo scopo di mettere un freno a mastri birrai troppo disinvolti nell'utilizzo di materie prime di basso livello e di mantenere sempre alta la qualità della birra prodotta nella sua terra. Con il provvedimento gli ingredienti concessi per la produzione della birra vengono limitati a tre: acqua, malto d'orzo e luppolo. Il lievito non veniva citato in quanto all'epoca non se ne conosceva l'esistenza e sarà introdotto solo molto più avanti: l'Editto infatti assumerà con il tempo forme giuridiche diverse e i suoi principi saranno sostanzialmente recepiti dalla legge fino all'avvento dell'Unione Europea. Preservare con forza e passione la qualità garantita dall'Editto è da sempre la missione di Holsten, che rispetta rigorosamente da sempre quello storico provvedimento e oggi, con lo stesso spirito, si appresta a lanciare in Italia Holsten Weizen, una birra di frumento prodotta con la medesima cura e attenzione dedicata a questa tipologia di birra dai sovrani di un tempo. Infatti, nonostante l'Editto vietasse espressamente l'utilizzo del frumento, Guglielmo IV mantenne solo per sé e i suoi discendenti la prerogativa di produrre birra Weizen, che non poteva essere birrificata se non su suo specifico mandato e in base alle sue indicazioni, molto severe in fatto di qualità. Holsten Weizen, grazie all'accurata selezione delle materie prime e al rispetto di principi produttivi di un tempo, come per esempio il tassativo utilizzo di più del 50% del miglior malto di frumento, è così oggi tra le rappresentanti di una prestigiosa tradizione che affonda le sue radici nelle birre predilette dai sovrani del passato. Holsten Weizen consente a chi la sceglie di riscoprire così una storia che viene da molto lontano e di provare il piacere di un trattamento ‘da sovrano'. ‘Inseriamo Holsten Weizen nella nostra offerta dopo il grande successo riscosso da Holsten Premium, cresciuta in questi anni con percentuali a due cifre - ha commentato Jakob Knudsen, Marketing Director di Carlsberg Italia - . Arricchendo la gamma Holsten diamo ai nostri clienti l'opportunità di cogliere in maniera ancora più efficace il crescente entusiasmo dei consumatori per le migliori birre della tradizione tedesca, di cui Holsten è rigorosa e autentica interprete'.

La Birra Holsten Weizen

Holsten Weizen è una birra di frumento ad alta fermentazione, con una gradazione alcolica del 5,4%. Alla vista presenta un colore di caramello oro chiaro, ha un cappello di schiuma bianca persistente, ed è naturalmente torbida, in quanto il deposito naturale di lievito non viene filtrato, come previsto dalla ricetta originale. Il profumo è fruttato, dominato soprattutto dalla banana, con note di chiodi di garofano provenienti dall'interazione tra lo speciale lievito e il mix attentamente selezionato di malti di frumento tedeschi. Holsten Weizen ha un gusto pulito e particolarmente rinfrescante, dato dalla sua frizzantezza e dall'impiego di lieviti raffinati e di frumento tedesco, che al contrario dell'orzo non presenta pula. Il risultato finale è equilibrato, grazie alla moderata amarezza data dal luppolo. Holsten Weizen ha un forte potere dissetante e per questo si adatta a moltissime occasioni di consumo. Sicuramente è una birra che dà particolare ristoro nell'affrontare la calura estiva, ma non solo.

Holsten Weizen si sposa infatti meravigliosamente con il cibo. Per una birra con una storia così gloriosa è naturalmente ottimo l'abbinamento con i piatti della tradizione dal gusto piuttosto deciso, come per esempio la tipica salsiccia bianca tedesca (Weisswurst) o, per restare in Italia, i tanti ottimi salumi di cui è costellata la nostra penisola: dal lardo di Colonnata alla ‘nduia calabrese, dal ciauscolo marchigiano al salame di Felino. Ma Holsten Weizen si presta anche ad essere reinterpretata alla luce dei più innovativi stili di consumo. È una birra ottima con il pesce e rappresenta un ottimo accompagnamento di molluschi e crostacei, spesso alla base di antipasti e aperitivi, e anche del più esotico sushi.

Carlsberg Italia produce e commercializza 1 milione e 500 mila ettolitri di birra a marchi Carlsberg, Tuborg, Holsten, Splügen, Poretti, Bock 1877, Carlsberg Elephant, Carlsberg Special Brew, Castlemaine XXXX, Devil´s Kiss, Super Devil´s Kiss, Tetley´s, Tucher, Celis, Feldschlösschen. Dal 2001 l'intero capitale sociale dell'azienda, nata in Italia nel 1877 come Industrie Poretti, è posseduto da Carlsberg Breweries A/S.

Elenco di tutti gli articoli

Per leggere l'articolo cliccare su uno dei titoli. E' anche possibile ottenere il feed RSS/XML degli ultimi cinque articoli.