menu ]

Speciali ]

Area Riservata ]

Articoli correlati ]

Social networks ]

AreaBirra.it Youtube Channelaccedi al canale
suggerisci un video

Areabirra.it Facebook Group iscriviti al gruppo

visualizza il profilo

bookmark

Supporters ]

la tua pubblicità qui! clicca per informazioni

]

 

Dove bere bene a New York - 19/01/2011

a cura di simone (reversi)

Questa è la lista dei migliori posti in cui sono stato durante il mio viaggio a New York in occasione del capodanno 2011.

In un racconto a metà strada tra il reportage e la pura recensione, troverai alcune informazioni che possono esserti utili o ti invoglieranno a fermarti per una birra. Enjoy!

Rattle'n'hum

Rattle'n'hum Bar NYC
http://rattlenhumbarnyc.com/
14 East 33rd Street Between 5th and Madison Ave
New York, NY 10016-5013

Rattle'n'Hum è il primo tra i pub di NY in cui assolutamente vi consiglio di fermarvi per numerose birrette.

La sua fama è ormai nota qui in Italia a chiunque piaccia la birra di qualità, essendo stato recensito su diversi siti e blog birrari.Pertanto, viste le aspettative, la mia più che una visita è stato un vero e proprio pellegrinaggio (lo sanno solo i miei compagni di viaggio la testa che ho fatto loro).

RNH è il tipico pub americano, lungo e stretto, arredato in legno, luci soffuse.
L'aspetto che più preferisco (in qualsiasi pub) è la sostanza. Ed al RNH di sostanza ce n'è ed è messa bene in mostra.

Il bancone con una sfilza di 40 spine (e rispettive palette rigorosamente personalizzate) da un lato, ed il "The Brewers Wall of Fame" (un pannello con le firme dei migliori passati dal RNH) dall'altro sono le prime cose che ti si parano davanti all'ingresso.

Sul fondo del locale si apre uno spazio un po' più ampio con tavolini e panche, a fianco del quale è stato impiantatato il cask bar, con altre spine per il servizio della birra in cask.

Sul soffitto bandiere, targhe, loghi (spero presto anche la maglietta di Ab che ho scambiato) e una vasta collezione di palette personalizzate per l'impianto di spillatura, a riprova della varietà di birre in rotazione.

Per noi, gente da bancone, la scelta era obbligata; prendere il primo posto libero di fronte alle spine e lasciarsi consigliare su cosa bere.

Ho avuto la fortuna di visitare Il RNH di lunedì sera, ed approfittando della calma del giorno feriale ho potuto intavolare una bella discussione con Corey e Tammy, i baristi.

Ciò che mi ha colpito è la passione con la quale mi sono stati presentati non solo i grandi nomi serviti alla spina, quanto piuttosto le "nuove leve", ovvero tutti i piccoli produttori newyorkesi, che, passati dall'homebrewing alla produzione commerciale in piccolissima scala, riscuotono il meritato successo nella scena locale.

Altro elemento di pregio del RNH è la carta a delle birre, ridotta ad una fotocopia; perchè è superfluo e controproducente stampare un menù, se la selezione varia così frequentemente.

Proprio per questo, purtroppo come spiegato a Corey, è un peccato per un visitatore come me trovarsi per un periodo così limitato in un tempio del genere, perchè le mie degustazioni non potranno mai essere accurate e, soprattutto, nella confusione, mai riuscirò a tributare il giusto merito a tali gioielli.

Tralasciata l'indubbia qualità della selezione di birre, provenienti dall'area metropolitana e dagli USA, con alcuni nomi giunti da oltreoceano (principalmente dal Belgio), devo dire che ciò che più conta è stata la visita nella sua accezione più globale; in dieci giorni a New York le due serate (ebbene si, l'ultima birra son tornato a rifarmela lì) trascorse al RNH sono state un'esperienza veramente positiva, sia per la qualità della birra che per le persone incontrate.

The Pony Bar

The Pony Bar
www.theponybar.com
637 10th Avenue New York, NY 10036, Stati Uniti
Metropolitana: 42ND St - Port Authority

Se il Rattle'n'Hum ha mantenuto pienamente fede alle aspettative, il Pony Bar si attesta come la scoperta di questo mio viaggio a New York.

Mi è stato consigliato di fare una capatina al Pony da Mark, mastro birraio della Chelsea Brewing Company, e devo dire che il suggerimento è stato proprio azzeccato.

Il Pony non dista molto dalla Chelsea Brewing Company, pertanto se vi trovate nei dintorni del Pier 59 a Chelsea (dove sorge la CBC), vale proprio la pena fare una passeggiata fino al 637 della 10th Avenue e prendere due piccioni con una fava.

 
 
Ci sono capitato all'ora dell'aperitivo, ed il pub era un brulicare di abitué ed appassionati.

Anche qui la scelta è ricaduta sul bancone, calamitati dalla vasta schiera di spine.

Malgrado il viavai sostenuto ed il susseguirsi degli ordini, ho avuto tempo di discutere con Samuel - il barman - e Lori, una cliente abituale dal New Jersey, che mi hanno permesso di osservare e meglio comprendere le peculiarità del Pony.

Ho poi fatto la conoscenza con una coppia molto competente anche sulle birre artigianali italiane, e la cosa un po' mi ha riempito d'orgoglio.

Nel pub la rotazione delle birre (rigorosamente americane, rigorosamente artigianali) è fitta.
Anche qui non vi è una lista, bensì i nomi compaiono in bella vista su due lavagne suddivise a strisce, che sovrastano il bancone.

Mentre sorseggiamo una Hop Rod Rye di Bear Republic assistiamo al "rito" del cambio fusto.

Samuel sostituisce la lavagna con il nuovo marchio, cambia la paletta della spina, suona la campana e pronta arriva la risposta del pub, che accoglie la nuova arrivata con un "New Beer" da tifo da stadio.

Ordinata un'altra pinta scopro anche che ciascun cliente abituale possiede la propria lista degustazioni, preziosamente conservata al pub, sulla quale annotare le proprie impressioni su ciò che sta bevendo.

Non mi astengo dal dare il via alla lista AreaBirra, subito piazzandovi una bella macchia con il fondo della mia pinta di Diesel Stout della Sixpoint... un timbro d'apprezzamento.

Mi dispiace dover abbandonare il campo relativamente presto ma, complice la stanchezza, accuso la botta dell'ultima Stout e decido di ritirarmi, dopo aver acquistato la maglietta (avevo dimenticato in hotel quella di AreaBirra da scambiare), a riprova del mio apprezzamento.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Stout

Stout
http://stoutnyc.com/
133 West 33rd Street New York, NY 10003, Stati Uniti

Situato accanto all'hotel dove alloggiavamo, si è guadagnato il ruolo di punto di ritrovo preserale o di pub per la pinta della buonanotte.

Valida scelta di birre, sia alla spina che in bottiglia, con predilezione (lo si deduce dal nome stesso) per porter e stout.
Durante tutte i miei passaggi allo Stout, dopo il primo passo falso con una stout in cask che non mi ha soddisfatto, ho infilato una tripletta di buone bevute, rifugiandomi anche su nomi noti (Rogue).

Il locale è grande e ben frequentato. Notevole il bancone extra-long, ideale per fare quattro chiacchiere con la gente di passaggio o con chi vi si piazza per guardare una partita nei maxischermi sopra alle spine.
Avrei voluto scambiare la maglietta di AreaBirra, ma non ho avuto l'occasione di beccare la manager del locale.

Ad ogni modo se capitate in zona, lo Stout vale decisamente una bevuta.

Brooklyn Brewery

Brooklyn Brewery
www.brooklynbrewery.com/
79 North 11th Street NY 11211-1913, Stati Uniti
Metropolitana: Bedford Avenue

L'esperienza alla Brooklyn Brewery rappresenterà certamente un altro ricordo positivo di questo mio viaggio a NY.

In ogni posto in cui ho avuto modo di fermarmi per una birra non vi è stata persona che non mi abbia chiesto quali fossero i miei programmi per il venerdì.

Al mio "Perchè?" la risposta era sempre "Perchè il venerdì è Brooklyn Brewery!".

Gli impianti della BB sono infatti aperti al pubblico per la consumazione solo al venerdì dalle 18 alle 22, ed il venerdì alla Brooklyn Brewery è un appuntamento fisso per i bevitori di buona birra Newyorkesi.
Ovviamente non ce lo siam lasciato sfuggire ed abbiam pianificato la nostra visita al quartiere di Brooklyn affinchè cadesse di venerdì.

Dopo un po' di strada a piedi dalla fermata della metro di Bedford Ave. scorgiamo il capannone con gli impianti.
Dopo il rituale controllo degli IDs (portatevi sempre dietro un documento) accediamo allo stabilimento, affollato di gente che si gode una buona birra a km. zero, ed acquistiamo il primo giro di gettoni alla cassa, "sorvegliati" da Monster, la tigre padrona di casa.

Anche qui due magliette di AreaBirra vengono orgogliosamente scambiate con le tshirt del birrificio, ed espletate le "pratiche pubblicitarie" passiamo all'assaggio, purtroppo in bicchieri di plastica.
Se nel vostro prossimo viaggio a New York vi trovate a Brooklyn di venerdì, è d'obbligo fare un salto al birrificio.

A contribuire all'esperienza indimenticabile, si somma l'ottima colonna sonora, e resto a bocca asciutta (pronto per la prossima pinta) quando partono in diffusione i Neutral Milk Hotel, uno dei miei gruppi preferiti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chelsea Brewing Company

Chelsea Brewing Company
www.chelseabrewingco.com
59 Chelsea Pier New York, NY, Stati Uniti (212) 336-6440
Metropolitana: 14th Street - 8 Av

 
 
 
 
 
Come accennato qualche riga sopra, prima del Pony ho fatto una capatina alla Chelsea Brewing Company, situata al Pier59.
 
La curiosità era tanta, perchè avevo sentito pareri discordanti sul posto, ma devo dire che sia la birra (6 spine in rotazione direttamente dalle cisterne) che il cibo meritano.

Trovare il birrificio potrebbe risultare difficile, perchè l'ingresso è all'interno di un complesso industriale/portuale.

Dopo essere entrati però ci si potrà gustare un'ottima birra al bancone (magari come nel nostro caso accompagnata a un maxi hamburger), godendo sia della vista degli impianti di produzione, che del pontile e sullo sfondo il New Jersey.

Ulteriore punto a favore lo assegno per il fatto di aver potuto discutere apertamente di birra con Mark, il birraio, che oltre ad avermi fatto assaggiare e spiegato la sua produzione, mi ha informato sulla scena Newyorkese e non.
 
 

Heartland Brewery

Heartland Brewery and Rotisserie - Empire State
http://www.heartlandbrewery.com/Empire_State.php
350 5th Ave. at 34th St.

A New York sono aperti anche 5 brewpub sotto il nome di Heartland Brewery.

In particolare ho visitato il pub sotto all'Empire State Building (a pochi passi dal Rattle'n'Hum) e consiglio di farci un salto (magari prima di trascorrere la serata al RNH), sebbene i newyorkesi storcano un po il naso, perchè spesso è pieno di turisti data la vicinanza all'ingresso del grattacielo.

Nel pub (scendete al piano interrato) vengono servite birre solo le birre artigianali dell'omonimo birrificio; alcune tradizionali (la mia preferita è stata la loro Farmer Jon's Oatmeal Stout) ed altre seasonal (in rotazione ve ne erano 2 alla zucca, a mio parere valide).

Non ho potuto testare la cucina della Heartland Brewery, ma ricordo di aver visto passare vassoi con portate generose.

 

Elenco di tutti gli articoli

Per leggere l'articolo cliccare su uno dei titoli. E' anche possibile ottenere il feed RSS/XML degli ultimi cinque articoli.